Parkinson ed altre malattie neurodegenerative

parkinson ed olio extravergine di oliva

Parkinson ed altre malattie neurodegenerative

Parkinson e relazione con l’olio extravergine di oliva

Parkinson ed altre malattie neurodegenerative ed i fenoli dell’extravergine.

Parkinson, Alzheimer, Ictus e malattie neurodegenerative hanno poche terapie efficaci per il loro trattamento. 

Olio.org vuole essere uno strumento dedicato all’olio extravergine di oliva che tocca diversi aspetti, inclusi quelli legati alla salute.

In questo caso, acquisiamo articoli pubblicati da comprovati strumenti di divulgazione in rete che danno garanzie di correttezza scientifica.

Ci piace pensare all’olio come uno strumento propedeutico alla salute e non certamente un farmaco.

In questo articolo proponiamo la traduzione dell’abstract di quanto trovato su pubmed, un motore di ricerca gratuito di letteratura scientifica biomedica.


I disturbi neurologici come l’ictus, il morbo di Alzheimer e il morbo di Parkinson sono associati a morbilità e mortalità elevate e sono disponibili poche o nessuna opzione efficace per il loro trattamento.

Questi disturbi condividono caratteristiche patologiche comuni come l’induzione di stress ossidativo, aggregazione proteica anormale, omeostasi Ca2 + perturbata, eccitotossicità, infiammazione e apoptosi.

Un ampio corpus di prove supporta gli effetti benefici della dieta mediterranea nella prevenzione della neurodegenerazione.

Poiché la dieta mediterranea è caratterizzata da un elevato consumo di olio extravergine di oliva, è stato ipotizzato che l’olio di oliva, e in particolare i suoi fenoli, possano essere responsabili dell’effetto benefico della dieta mediterranea.

Questa recensione fornisce una visione aggiornata delle proprietà benefiche dell’olio d’oliva e dei fenoli dell’olio d’oliva nel prevenire / contrastare le malattie neurodegenerative acute e croniche.


 

Fonte: Pubmed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Whatsapp